Marrakech è una delle città imperiali più affascinanti del Marocco. I suoi profumi, i suoi colori e le sue melodie ci ricordano una fiaba da Mille e una notte

Una gemma caotica del Nord Africa rivisitata in chiave moderna, dove coesistono forti elementi tradizionali ma anche molti fattori di contemporaneità

Con i suoi profumi ma anche gli odori aspri, è una città da respirare. 

Le magiche voci dei mercanti, il suono del flauto magico degli incantatori di serpenti che non smette mai, Marrakech, è una città da ascoltare.

Viene chiamata “la città rossa”, per via del colore delle sue case che, devono essere assolutamente rosso ocra, come il colore della terra che la circonda.

Cosa puoi vedere a Marrakech?

Piazza Jemaa el Fna

Una caotica piazza situata nei pressi della Medina, ed è Patrimonio dell’Unesco. Qui c’è davvero di tutto: incantatori di serpenti, acrobati e venditori ambulanti, strani commercianti in altrettante strane pozioni!Il momento più bello avviene al tramonto, con lo spuntare di un centinaio di cuochi che danno il via ad un gigantesco barbecue, arrostendo sulla griglia ogni genere di carne.

Souks della Medina

Per molti visitatori, la Medina di Marrakech, è la vera attrazione della città. I vicoli stretti formano uno strabiliante  movimento di colori, odori e suoni. Passeggiare tra queste stradine – dove è anche facile perdersi – vi permetterà di trovare tantissime opportunità di acquistare vere e proprie chicche di artigianato locale. Puoi trovare negozi e bancarelle di Babouche (scarpe), Chouari(oggetti in legno), El-Attarine (profumi e spezie) e Cherratine (cuoio).

Tombe Sa’diane

Questo luogo di sepoltura risale al XVI secolo ed è la dimora eterna di 66 membri della dinastia Sa’diana, che hanno regnato tra il 1524 ed il 1668. Queste tombe includono quella del sovrano Al-Mansour, del suo successore e dei membri a lui più vicini della famiglia. È un luogo dall’atmosfera sacra, dove sono presenti mausolei e giardini piuttosto incolti. In particolare, il mausoleo principale (dove Moulay Yazid è sepolto) dispone di un mihrab(una nicchia per la preghiera) molto ben conservato.

SPA Les Bains de Marrakech

Dopo una passeggiata nella caotica città oppure dopo un tour tra le sabbie del deserto, Les Bains de Marrakech è un posto in cui ti puoi rilassare. Questo bagni rappresentano un tradizionale luogo di relax dove è possibile usufruire dell’hammam, di massaggi ed altri trattamenti benessere e rilassanti. Nonostante sia di impostazione abbastanza turistica, conserva ancora il fascino esotico delle terme marocchine.

Giardini Majorelle

Questi lussureggianti giardini tropicali, pieni di cactus, palme e felci, sono opera del pittore Jacques Majorelle. Originario della città di Nancy, in Francia, Majorelle era venuto a Marrakech per motivi di salute ed era diventato ben noto per i suoi dipinti che ritraggono scene di vita marocchina. La sua opera più famosa, però, rimane questo giardino, ma anche il vibrante blu dello studio del pittore. Dopo la morte di Majorelle, nel 1962, lo stilista francese Yves Saint Laurent ha acquistato la proprietà e dopo la sua morte nel 2008, le sue ceneri sono state sparse nei giardini. Un piccolo padiglione ospita anche una piccola ma interessante collezione di arte islamica.

Dove dormire? Beh perché non in un Riad!

I Riad sono delle case tipiche marocchine a forma quadrata. Si sviluppano in verticale ed una volta erano case abitate da intere famiglie. Spesso hanno delle piccole piscine nel patio centrale a cielo aperto, adornato con diversi tipi di piante.

E’ una delle esperienze da fare è senza dubbio quella di estraniarsi dal frullatore chiamato Marrakech e dormire in un riad. Il caos ed i rumori della Medina di colpo svaniscono e si entra in una bolla di tranquillità e serenità che contrasta molto con quello che accade fuori.

Scopri Marrakesh

Per qualsiasi informazione contattaci direttamente compilando il form 

 

Se desideri maggiori informazioni riguardo l'articolo "Marrakech: tra Riad, musei, giardini e tanto altro.." non esitare a contattarci:

    Privacy Policy

    Ho preso visione dell'informativa sulla privacy sopra riportata:

    Acconsento al trattamento dei miei dati personali (i dati inviati tramite questo modulo saranno inviati esclusivamente alla mail del destinatario "OlaPapito.it" e non verranno salvati sul database del sito):