Lampedusa assomiglia ad una zattera in mezzo al mare, lontana da tutto, eccetto dalla diversissima Linosa e dalla minuscola Lampione.

E’ una “Terra di confine” tra due mondi, racchiude caratteristiche ambientali di due continenti assai diversi: l’Africa e l’Europa. Basti pensare che dista 210 km dalle coste siciliane e solo 152 km da quelle africane.

Vivi l’isola di Lampedusa 

Lampedusa è per la maggior parte desertica. Solo le piante di capperi ed alcune specie endemiche vivono tra le sue rocce battute perennemente dal vento.

Porzioni di macchia mediterranea resistono, però, ancora nei valloni e nella zona più occidentale dell’isola, dove c’è un bosco di olivastri ed è ancora vivo il passato di un’isola depredata negli anni.

Le 10 cose da vedere assolutamente a Lampedusa:

Si trova nella parte orientale di Lampedusa, nella zona di Cala Creta. La passeggiata è bellissima, si parte dal centro di Lampedusa e ti porta al faro percorrendo la strada principale. La strada curva e sale lungo la terra brulla, con il mare dai tre lati. Un paesaggio mozzafiato.

Poco prima di raggiungere il faro si incontra Cala Greca: una cala piccola e poco frequentata e immersa in una zona di Lampedusa dove ci sono ristoranti e bungalow a forma di dammusi.

Qualche metro più in là c’è Mare Morto, una cala rocciosa dove lo snorkeling è dei migliori. Anche Cala Pisana (vicino al centro ed all’aeroporto) è perfetta per lo snorkeling. Si raggiunge anche con un breve trekking, oppure in bicicletta, da Cala Francese e percorrendo la scogliera.

Proseguendo da via di Cala Creta e girando a sinistra prima del faro si percorre la via panoramica. Sbagliarsi è impossibile perché ci sono solo due strade che attraversano Lampedusa. La panoramica corre vicina alla costa nord, poi diventa più centrale e nei punti in cui è lievemente rialzata regala una vista fantastica con il mare da tutti i lati: mare scuro a nord e scogliere a picco sull’azzurro dal lato opposto.

Cala Pulcino, si trova nella zona occidentale dell’isola, ha acqua celeste e sassi grandi e bianchi. Quello che più vi piacerà di cala Pulcino però non è il mare (che è bellissimo) ma il percorso per raggiungerla. Il sentiero parte da una zona di ulivi vicino Casa Teresa e scende in uno stretto canyon completamente verde. Si cammina su un tappeto di foglioline grasse accolti da odori amplificati dal vento che soffia nel vallone e dalla sensazione di vedere tanto verde tutto insieme, per la prima volta a Lampedusa.

Infine, considerata da molti, una delle spiagge più belle del mondo, la spiaggia dei conigli. Un’ isola meravigliosa dove un lungo sentiero porta giù alla spiaggia. Dall’alto la vista sull’arenile bianco ed il mare celeste comprende la curiosa forma dell’isola dei Conigli (di fronte alla spiaggia) ed i rilievi brulli che riparano la spiaggia a destra.

La spiaggia dei Conigli è luogo di riproduzione della tartaruga Caretta-Caretta ed è sorvegliata in estate dai volontari del WWF che garantiscono che una parte della spiaggia non sia occupata dai bagnanti nonché la chiusura assoluta nelle ore notturne.

Soggiorna in Caicco:

Un soggiono in Caicco è un’esperienza unica, è un altro modo di fare vacanza e di godere delle gioie del mare. Il CaiccoGulet, è un’imbarcazione da pesca di origine turca costruita interamente in legno. La sua finalità originaria imponeva determinate caratteristiche tecniche per facilitare il trasporto del pesce, così questa imbarcazione si distingue dalle altre per la larghezza della poppa, la quale è molto più ampia rispetto agli altri scafi di stessa lunghezza.

Infatti questa particolarità, insieme al fatto che i caicchi hanno una propulsione a motore, l’hanno resa ideale per soggiorno o crociere. Oggi i caicchi sono costruiti appositamente per questi nuovi scopi e ciò li rende ancora più confortevoli, ampi spazi in coperta, cabine accoglienti e comodi prendisole, renderanno quindi la vostra crociera un’esperienza unica.

Potrete scegliere se effettuare la crociera in Caicco tra pochi intimi amici o unirvi a gruppi già organizzati, in entrambi i casi la vacanza sarà sempre all’insegna del divertimento e del relax.

Navigare al largo del mar Mediterraneo alla scoperta di spiagge da sogno e ambienti incontaminati sarà possibile senza il bisogno che voi siate lupi di mare, il qualificato equipaggio a bordo vi priverà di qualsiasi noia e preoccupazione, voi dovrete solo scegliere la meta e rilassarvi al sole.

Cosa fare a lampedusa:

Lampedusa, però, non è solo spiaggia incontaminata e mare dai colori splendidi ma, ha tante meraviglie, per un mix perfetto tra relax e cultura.

La Statua della Madonna del Mare è unica nel suo genere ed è il vero e proprio simbolo dell’isola ed è stato realizzato dall’artista Roberto Merlo. E’ collocata a ben 14 metri di profondità nei pressi dell’Isola dei Conigli ed è ben visibile sia dalla barca sia nel corso di un’immersione.

Il Santuario della Madonna di Porto Salvo, invece, è una bellissima opera architettonica risalente sin dai primi anni del XIII secolo.

La riserva naturale “Isola di Lampedusa” istituita nel 1995 con l’obiettivo di salvaguardare il meraviglioso ecosistema dell’isola e si estende su una superficie di quasi 340 ettari. Al suo interno si trovano i valloni della Forbice, Dragutta, Tabaccara, per citarne solo alcuni, i pianori che definiscono l’ambiente isolano e la famosissima Isola dei Conigli.

 

Per qualsiasi informazioni su prezzi e prenotazioni compila il form o contattaci via email.

 

Se desideri maggiori informazioni riguardo l'articolo "Lampedusa, una perla nel mediterraneo" non esitare a contattarci:

    Privacy Policy

    Ho preso visione dell'informativa sulla privacy sopra riportata:

    Acconsento al trattamento dei miei dati personali (i dati inviati tramite questo modulo saranno inviati esclusivamente alla mail del destinatario "OlaPapito.it" e non verranno salvati sul database del sito):